Ristrutturazione viticola: Agea pubblica le istruzioni operative, entro il 30 giugno le domande anche in Sardegna

Paesaggio, agricoltura e sostenibilità nelle aree RURL

Ristrutturazione viticola: Agea pubblica le istruzioni operative, entro il 30 giugno le domande anche in Sardegna

26 aprile 2018 Bandi Paesaggio rurale Progetti Studio 6

Vineyard in Sardinia, vigneto in Sardegna

Entro il 30 giugno le domande per l’OCM vino
Agea ha pubblicato da pochi giorni le istruzioni operative per le domande di premio per il settore vitivinicolo, relativamente alla riconversione e ristrutturazione dei vigneti (OCM vino).

Entro breve, perciò, potrebbe essere pubblicato anche in Sardegna il bando regionale per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti.
I Beneficiari saranno i possessori di autorizzazioni al reimpianto dei vigneti valide, ad esclusione delle autorizzazioni per nuovi impianti di cui all’articolo 64 del regolamento, e in particolare:
a) imprenditori agricoli singoli e associati;
b) organizzazioni di produttori vitivinicoli riconosciuti ai sensi dell’articolo 157 del regolamento;
c) cooperative agricole;
d) le società di persone e di capitali esercitanti attività agricola;
e) i consorzi di tutela autorizzati ai sensi dell’articolo 41 della legge 12 dicembre 2016, n. 238.
Saranno ammissibili le attività di riconversione e ristrutturazione e cioè:
a) la riconversione varietale che consiste in: 1) reimpianto sullo stesso appezzamento o su un altro appezzamento, con o senza la modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite, ritenuta di maggior pregio enologico o commerciale; 2) sovrainnesto su impianti ritenuti già razionali per forma di allevamento e per sesto di impianto e in buono stato vegetativo.
b) la ristrutturazione, che consiste in: 1) diversa collocazione del vigneto attraverso il reimpianto del vigneto stesso in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, sia per l’esposizione che per ragioni climatiche ed economiche; 2) reimpianto del vigneto attraverso l’impianto nella stessa particella ma con modifiche alla forma di allevamento o al sesto di impianto; c) miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti anche attraverso azioni di razionalizzazione degli interventi sul terreno e delle forme di allevamento.
Non è ammessa la manutenzione ordinaria dei vigneti.
Il sostegno alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti potrà comprendere:
a) compensazione ai produttori per le perdite di reddito conseguenti all’esecuzione della misura;
b) contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione.
La compensazione delle perdite di reddito, di cui alla lettera a), potrà ammontare fino al 100% della perdita e non può comunque superare l’importo massimo complessivo di 3.000 €/Ha.
Il contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione, di cui alla lettera b), è erogato nel limite del 50% (per la Sardegna).
Le Regioni stabiliscono la modalità di erogazione dell’aiuto e la comunicano al Ministero.
Le domande di aiuto sono presentate, anche per il tramite dei CAA, presso l’Organismo Pagatore competente per la Regione di ubicazione delle superfici per le quali viene richiesto l’aiuto (nel caso della Sardegna Argea).
Prima della presentazione della domanda è necessario effettuare la costituzione e l’aggiornamento del fascicolo aziendale.
La domanda di aiuto è presentata entro il 30 giugno.
APTstudio fornisce assistenza alle imprese per la predisposizione dei progetti e la presentazione delle domande. Rivolgetevi pure a noi per un contatto preliminare gratuito e per un preventivo, inviando una email a: aptstudio@paesaggio.net.

 

 

6 risposte

  1. Mario Conti ha detto:

    Buongiorno, vorrei sapere a quali soggetti sarà destinato il bando, se a imprenditori agricoli o anche privati che possiedono i diritti di impianto. Grazie

    • APTstudio ha detto:

      Buongiorno, il vecchio bando prevede che possano beneficiare dell’aiuto i seguenti soggetti:
      – gli imprenditori agricoli singoli o associati;
      – le organizzazioni di produttori del settore viticolo;
      – le società di persone e di capitali esercitanti attività agricola;
      – i consorzi di tutela e valorizzazione dei vini DOP e IGP autorizzati ai sensi dell’articolo 41 della legge 12 dicembre 2016, n. 238.
      Pertanto, dovrebbero essere ammessi al contributo gli imprenditori agricoli e non i privati.
      Cordiali saluti
      Paolo Callioni – APTstudio

  2. Francesco Locci ha detto:

    Buongiorno, vorrei sapere se il bando è già pubblicato e si possono già fare le domande

    • APTstudio ha detto:

      Buongiorno Sig. Locci, il bando non è ancora pubblicato. Considerato però che secondo il regolamento nazionale le domande dovranno essere presentate entro il 30 giugno (salvo proroghe), si può attendere una pubblicazione imminente del bando.
      Cordiali saluti
      Paolo Callioni – APTstudio

    • Francesco Locci ha detto:

      Grazie per la risposta, ma si sa già quali saranno i contenuti del bando e i parametri di selezione?

    • APTstudio ha detto:

      I contenuti del bando e i relativi criteri di selezione non sono ancora disponibili. E’ possibile visionare il bando precedente, che è disponibile qui: https://www.regione.sardegna.it/j/v/28?s=1&v=9&c=88&c1=88&id=59777
      Cordiali saluti
      Paolo Callioni – APTstudio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 45 = 46